Budget, il potere del bilancio previsionale

  • agosto 02, 2018
  • blog

Smettere di navigare a vista è possibile oltre che necessario. L’imprenditore è chiamato a lavorare sul budget per realizzare i suoi obiettivi a breve termine.

Spesso l’imprenditore si trova a guardare la sua azienda basandosi sui dati del bilancio annuale e magari usa quei dati per pensare al proprio futuro. Il bilancio consuntivo fotografa la situazione dell’anno precedente non quella attuale. Purtroppo dal punto di vista aziendale usare il bilancio consuntivo per prendere decisioni di business significa quindi basarsi sul passato, non sul presente né sul futuro.
Il mezzo principale che dovrebbe invece guidare le scelte manageriali è il bilancio previsionale, ovvero il budget. Spesso le PMI non si dotano di un budget perché l’imprenditore ritiene che la pianificazione sia inutile e di difficile realizzazione e che il controllo sia un processo costoso che non si può permettere. Sicuramente lavorare su numeri previsionali è difficile, ma di fatto è l’unico strumento che permette di affrontare il futuro seguendo una bussola che ti guida. Solo con il budget è quindi possibile pianificare gli investimenti futuri, definire gli obiettivi e controllare il raggiungimento degli stessi.

Cos’è il budget?

E’ un documento che evidenzia i risultati economici e finanziari che l’azienda intende raggiungere nel breve termine con estensione temporale di un anno. Se l’azienda non è pronta ad impostare delle previsioni aziendali, di seguirne lo sviluppo e valutarne gli scostamenti è inutile impostare un budget.

A cosa serve il budget?

I punti fondamentali del budget sono la pianificazione, il controllo e la verifica. Nella stesura di un budget è necessario tenere in considerazione sempre la strategia che l’azienda intende seguire e gli obiettivi che si prefigge. Si parte analizzando la situazione iniziale, gli investimenti necessari per raggiungere gli obiettivi nei prossimi 12 mesi, valutando se la struttura organizzativa attuale ti permette di raggiungere i tuoi obiettivi.

Qual é la struttura del budget?

La struttura di un budget può essere più o meno articolata ma di solito si compone dei seguenti documenti:
1. Budget economico: assume la forma del conto economico e dovrà evidenziare i costi e i ricavi dell’esercizio futuro, il reddito di esercizio, i risultati economici lordi o intermedi;
2. Budget patrimoniale: è uno stato patrimoniale preventivo riferito al 31 dicembre dell’anno successivo. Viene rappresentato riclassificando il documento tradizionale secondo criteri finanziari distinguendo da un lato gli investimenti in capitale, dall’altro le fonti di finanziamento.
3. Budget finanziario: si individuano gli investimenti necessari all’azienda. I flussi finanziari si possono distinguere in un prospetto di cash flow e nel budget di cassa.

Contattaci, scriviamo insieme il budget della tua azienda